Regolamento Concorso

1° CONCORSO INTERNAZIONALE DI ARCHETTERIA
“Maestro GIOVANNI LUCCHI”

ISCRIZIONI ENTRO LE ORE 12.00 DEL 30 APRILE 2016
INFORMAZIONI:
e-mail: info@fondazionelucchi.it
Tel. +39 338 820 53 55

Regolamento del Concorso in PDFimagePDF

ART. I
La Fondazione Lucchi bandisce il
1º Concorso Internazionale di Archetteria “Maestro GIOVANNI LUCCHI”
che avrà luogo a CREMONA e MILANO nel Maggio 2016.

ART. II
Al concorso possono partecipare archettai di ogni nazione.
Non possono partecipare i familiari e gli allievi dei componenti della Giuria internazionale.
Il modulo di iscrizione, scaricabile dal sito ufficiale del concorso, dovrà essere restituito, debitamente compilato, allegando copia del versamento per l’iscrizione entro le ore 12.00 del 30 APRILE 2016 a Cremona in via Monteverdi 18/a o tramite email in formato PDF all’indirizzo info@fondazionelucchi.it

Al Modulo di Iscrizione dovrà essere allegata la ricevuta del versamento per l’iscrizione al Concorso, stabilita in euro 30,00 per ogni archetto.
Il MODULO DI ISCRIZIONE le MODALITA’ DI VERSAMENTO per l’iscrizione sono indicate sul sito del concorso:
www.fondazionelucchi.it/concorso
La domanda dovrà essere munita di sottoscrizione per presa visione ed approvazione del presente regolamento.

ART. III
Al Concorso è possibile presentare unicamente archetti da violino.
Le opere presentate dovranno essere anonime, quindi privi di elementi atti al riconoscimento o all’individuazione dell’autore. Pertanto l’eventuale marchio a fuoco sulla bacchetta dovrà essere coperto in modo tale da impedire l’individuazione del partecipante, ma permettendo di smontare il nasetto dalla bacchetta.
La consegna degli archi dovrà essere effettuata a CREMONA in via Claudio Monteverdi 18/a
nei giorni 10 o 11 maggio 2016 in orario 10.00-17.00. Tel. +39 338 8205355.
L’arco e l’involucro che lo contiene, dovranno essere privi di elementi atti al riconoscimento o all’individuazione dell’autore.
Ogni arco verrà contrassegnato con un “nome di fantasia” scritto su un cartoncino bianco legato all’arco e lo stesso “nome di fantasia” dovrà comparire sull’astuccio o sulla custodia che lo contiene e sulla busta SIGILLATA.
La busta SIGILLATA, dovrà contenere le generalità del concorrente, l’anno ed il luogo di costruzione dell’arco.

ART. IV
Tutti gli archi presentati saranno sottoposti a cura della Giuria ad una prima selezione che eliminerà quelli non conformi al presente regolamento.
Nella seconda selezione gli archi saranno sottoposti ad una valutazione estetica e di stile. In un secondo momento verrà effettuata una prova acustica. Sarà cosi formulata una graduatoria per ogni singola prova. Gli archi che otterranno i punteggio più alto (media ponderata) saranno ammessi alla prova acustica finale pubblica. Il numero degli archi finalisti sarà stabilito dalla Giuria. Gli archi saranno giudicati dalla Giuria al completo (archettai e musicisti) per la valutazione finale acustica. La prova finale acustica è aperta al pubblico e si terrà il giorno 14 Maggio a Milano presso il Castello Sforzesco. Saranno distribuite delle schede di valutazione al pubblico che avrà la possibilità di esprimere un punteggio che verrà sommato a quello espresso dalla Giuria.
Al termine di queste valutazioni la giuria proclamerà gli archi vincitori.

ART. V
Completate le graduatorie del concorso, verranno aperte le buste contenenti i nominativi degli archettai premiati. I risultati del Concorso saranno comunicati ai concorrenti e resi noti tramite comunicato alla stampa internazionale oltre che visibili sul sito del concorso.

ART. VI
La Giuria, sarà formata da esperti archettai e strumentisti. I nominativi dei componenti la Giuria sono resi noti tramite comunicato ufficiale alla stampa e sul sito del concorso. Le riunioni della Giuria si svolgeranno con l’esclusione di estranei e dovranno essere tutte verbalizzate.

ART. VII
La premiazione sarà effettuata il 15 maggio 2016 a Milano presso il Castello Sforzesco.
Sino al 29 maggio 2016 dalle 10.00 alle 17.30 sarà possibile visitare l’esposizione degli archi ammessi al concorso.
Sono a disposizione della Giuria premi indivisibili per i partecipanti al concorso: medaglia d’oro con diploma, medaglia d‘argento con diploma e medaglia di bronzo con diploma.
Agli archettai i cui archi siano stati esposti verrà rilasciato diploma di partecipazione.
Altri premi di Enti o privati potranno essere assegnati ad insindacabile giudizio della Giuria.

ART. VIII
Gli archi non potranno essere né ritirati né sostituiti durante il periodo della mostra che si concluderà il giorno 29 maggio 2016.

ART. IX
Alla chiusura della mostra il giorno 29 maggio, gli archi potranno essere ritirati da coloro che esibiranno l’originale della ricevuta di consegna ed una dichiarazione dell’autore dell’arco che autorizza il ritiro. Gli archi potranno essere ritirati presso la Fondazione Lucchi, a Cremona in via Claudio Monteverdi 18/a, dal 1 giugno 2016 con orario 10.00-15.00. In caso di mancato ritiro essi resteranno depositati presso la Fondazione Lucchi di Cremona.

ART. X
La Fondazione Lucchi s’impegna a custodire con la diligenza richiesta dal contratto di deposito gratuito, gli archi che gli verranno affidati e s’impegna altresì ad esporre nella maniera più decorosa quelli designati dalla Giuria.
A tutti gli archi viene attribuito convenzionalmente un valore non superiore ad euro 1.000,00:
L’Ente organizzatore non potrà mai essere chiamato a rispondere del danno per somme superiori a quelle sopraindicate e curerà che, nei limiti dei valori citati, ogni arco sia coperto da assicurazione contro incendio, furto e danni. L’assicurazione degli archi è a carico dell’ente organizzatore (che potrà a sua volta incaricare terzi per la cura, la custodia e la copertura assicurativa).
Qualora i concorrenti desiderassero assicurare per importi superiori a quelli sopraindicati i propri archi, dovranno provvedere in proprio a stipulare i relativi contratti per l’eventuale differenza. In tal caso saranno tenuti a darne notizia scritta anche all’incaricato dell’ente organizzatore all’atto della consegna.
L’assicurazione diventerà operante nel momento in cui ogni arco verrà consegnato all’incaricato dell’ente organizzatore e cesserà nel momento del ritiro dell’arco da parte del proprietario o di un suo delegato.
Nel caso di mancato ritiro dopo il 15 giugno 2016 cesseranno assicurazione e responsabilità dell’ente organizzatore. Dal 16 giugno 2016 l’arco lasciato in custodia all’ente organizzatore non sarà più coperto da alcuna assicurazione, pertanto il valore dello stesso sarà parificato a 10,00 euro. Resta bene inteso che l’arco rimane a disposizione per il ritiro fino a tutto il 2016. Dal 1 gennaio 2017 l’ente organizzatore considererà gli archi NON RITIRATI da nessuno come DONAZIONE LIBERALE alla Fondazione Lucchi Onlus e da questa utilizzati per i propri scopi statutari.

ART. XI
Qualora per ogni eventuale contestazione emergente sia dall’interpretazione o dell’applicazione del regolamento, sia da ogni altra causa relativa al presente Concorso, venga coinvolto a qualunque titolo l’ente organizzatore, il Foro competente sarà quello di Cremona.

Regolamento del Concorso in PDF StampabileimagePDF

Questo post è disponibile anche in: Inglese