Il Violino della Shoah incontra l’arco del Maestro Lucchi.

Anche la nostra Fondazione è stata coinvolta nelle registrazioni del film-documentario italo francese sul  violino della Shoah che l’ingegnere mecenate milanese Carlo Alberto Carutti ha portato a Cremona e che è custodito nella sezione Le Stanze per la Musica del  Museo Civico di Cremona.violinodellamemoria2

Il violino è stato suonato da Yael Rosenblum (www.rosenblumviolins.net),  violinista e liutaia di origini Israeliane che vive e lavora a Cremona da diversi anni. E’ lei che ha dato voce a questo violino dalla storia struggente e unica usando un arco della nostra Fondazione realizzato da nostro padre il Maestro  Archettaio Giovanni Lucchi a cui la Fondazione Lucchi è intitolata.

Grazie a chi ha reso possibile questa bellissima collaborazione, regalandoci la possibilità di intrecciare la storia della nostra famiglia a quella di una coppia di fratelli ebrei uniti da un fortissimo legame.

Questa giornata è stata di particolare intensità perchè ha permesso di fare memoria di una storia drammatica  e assurda, ricordandoci che il valore della musica e degli affetti può superare ogni limitazione umana. Oggi ascoltando questo violino, abbiamo sentito nostro padre più vicino.

 

Qui trovate gli approfondimenti sulla storia di questo straordinario violino.

http://cremonaincomune.blogspot.it/2015/02/il-violino-della-shoah-e-la-sua-ninna.html

http://www.cremona1.it/?video=a-ore12-carlo-alberto-carutti-e-il-violino-della-shoah

http://www.viverecremona.it/il-violino-della-shoah/

violinodellamemoria1

Le foto dell’incontro su Palazzo Magio Grasselli.

La neve non ha impedito ad alcuni temerari di partecipare all’incontro del 5 Febbraio di approfondimento su Palazzo Magio Grasselli. Angelo Landi con competenza e passione ha illustrato la storia complessa di questo affascinante palazzo cremonese.

Fuori la neve che non smetteva di cadere ha reso davvero unica la serata: peccato per chi non è riuscito a partecipare per difficoltà logistiche!

Ringraziamo per la buona riuscita della serata Cremona Com’Era, Angelo Garioni e il bravissimo relatore Angelo Landi (e naturalmente tutti quelli che hanno partecipato sfidando il tempo avverso!)

 

Incontro su Palazzo Magio Grasselli

Continua la collaborazione tra la Fondazione Lucchi e Cremona Com’Era per approfondire la conoscenza della citta di Cremona e dei suoi monumenti.

Giovedi 5 Febbraio alle ore 21 presso la sala dell’Academia Cremonensis in via Platina 66 verrà presentato Palazzo Magio Grasselli.

volantinopalazzomagio

L’incontro è gratuito e aperto a tutti.

Vi aspettiamo.

Prosegue il progetto “Liuteria Libera Tutti”. L’etichetta del liutaio.

Tutti i capolavori artigianali devono portare la firma dell’autore. Anche nel nostro progetto “Liuteria Libera Tutti” la creazione dell’etichetta assume un significato importantissimo. E’ il dare valore a ciò che si è fatto e sentirsi protagonisti del processo produttivo. Prima di procedere è fondamentale guardare quello che hanno fatto prima di noi…quello che la storia ha da insegnarci. Ecco le etichette di tutti i liutai del passato raccolte nel “dizionario universale dei liutai”.

20141129-ProgettoMarta-LOW118 20141129-ProgettoMarta-LOW122

 

Dopo aver visto quello che tutti i liutai scrivono nelle loro etichette, ci mettiamo all’opera anche noi: nome, cognome, citta di realizzazione e anno. Controllando sempre il modello di riferimento…

20141129-ProgettoMarta-LOW129

L’etichetta di Alfonso è finita! Grande è la soddisfazione! Scopriamo anche insieme dove i liutai mettono la loro etichetta e come è possibile leggerla…

20141129-ProgettoMarta-LOW107 20141129-ProgettoMarta-LOW131

Avvicinare alla liuteria attraverso il gioco. Continua il progetto “Liuteria Libera Tutti”.

Il percorso di avvicinamento alla liuteria prevede diversi momenti e differenti modalità. Oltre al lavoro artiginale sul banco, ci sono momenti ludici in cui le informazioni e gli approfondimenti vengono fissati attraverso il gioco.20141129-ProgettoMarta-LOW136

Il gioco delle carte ralativo alle parti e i materiali dell’arco è un validissimo strumento per imparare e ricordare: attraverso le semplici immagini delle carte si può fare memoria di quello che è stato spiegato e favorire la fissazione delle conoscenze, divertendosi! Ne abbiamo fatto esperienza diretta in bottega!

20141129-ProgettoMarta-LOW150 20141129-ProgettoMarta-LOW149

Un sentito Grazie alla Dott.ssa Caruso. Le foto della serata.

20141211-CarusoUnesco032

 

Ringraziamo sentitamente la Dottoressa Fulvia Caruso per averci spiegato la complessità del lavoro (che l’ha vista protagonista)ed ha portato Cremona Liutaria al riconoscimento Unesco nel 2012. La ringraziamo per la sua professionalità e disponibilità a collaborare con la nostra Fondazione Lucchi.

 

20141211-CarusoUnesco035

 

20141211-CarusoUnesco053 20141211-CarusoUnesco023

“Sapere e saper fare liutario cremonese: patrimonio di comunità e bene immateriale dell’umanità”

 Il 5 Dicembre 2012  è la data della storica decisione dell’Unesco di inserire la tradizione liutaria cremonese nella lista rappresentativa del patrimonio immateriale dell’Umanità.

Proprio per questo importante anniversario vi invitiamo a partecipare all’incontro promosso dalla Fondazione Lucchi grazie alla collaborazione della Dott.ssa Fulvia Caruso di Giovedi 11 Dicembre ore 21.
“Sapere e saper fare liutario cremonese: patrimonio di comunità e bene immateriale dell’umanità”.

Questo incontro vuole essere occasione di conoscere il percorso fatto e di approfondire il significato profondo di questo riconoscimento per la nostra Città.
Durante la serata verrà proiettata parte delle interviste realizzate ai liutai cremonesi che hanno corredato la candidatura di Cremona presentata nella primavera del 2011, per l’iscrizione della sua Tradizione Liutaria nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

La serata si svolgerà presso la sede dell’Academia Cremonensis in Palazzo Mina Bolzesi, via Platina 66 a Cremona.
L’incontro è gratuito e aperto a tutti.VolantinoCaruso

Partito il Progetto “Liuteria Libera Tutti”

20141129-ProgettoMarta-LOW024

Sabato 29 Novembre abbiamo realizzato il secondo incontro del Progetto “Liuteria Libera Tutti” pensato e realizzato dalla Fondazione Lucchi per fare incontrare il mondo della liuteria al mondo della disabilità.

Grazie alla collaborazione con il Liceo Artistico Munari di Cremona e all’entusiasmo di Alfonso (accompagnato dalla sua insegnante Valentina Rigoli)  stiamo  realizzando questo progetto molto interessante.

Dopo un primo approccio ai profumi e i materiali della bottega, abbiamo lavorato insieme sul banco per creare qualcosa di bello e altamente artigianale! Ecco il risultato:

 

20141129-ProgettoMarta-LOW030

 

20141129-ProgettoMarta-LOW033

 

20141129-ProgettoMarta-LOW041

 

20141129-ProgettoMarta-LOW079

20141129-ProgettoMarta-LOW094

Attenzione: i lavori non finiscono qui, infatti è previsto un ultimo incontro per portare a termine il lavoro iniziato, passare una seconda mano di colore e “firmare” con l’etichetta il proprio manufatto! Prossimamente tutte le foto!

Un sentito grazie ai genitori di Alfonso che hanno creduto in questo progetto e sono stati molto disponibili!

Cancellato l’incontro con la Liutaia Bardella

Purtroppo a causa di un contrattempo improvviso della liutaia Elena Bardella,
non ci sarà l’incontro programmato per Giovedi 04 Dicembre
.

 

Incontro con Elena Bardella, liutaia a Cremona

VOLANTINObardellaANNULLATO l’incontro!

Dopo l’intensissima serata di ieri sera in compagnia del liutaio Vittorio Formaggia, Giovedi 04 Dicembre incontreremo la liutaia Elena Bardella.  Sicuramente una serata da non perdere.